La fauna

La presenza di boschi, aree rupestri, zone umide ed ecosistemi agricoli favorisce una buona biodiversità e, di conseguenza, una fauna selvatica di tutto rispetto, in particolare per gli uccelli.

Nei boschi nidificano il picchio verde, il picchio rosso maggiore e minore. Fra i rapaci diurni la poiana, il raro sparviere e tra i rapaci notturni il gufo comune e l’allocco.

Nei valloni meridionali vi è una presenza degli uccelli rapaci più rari: il lanario, il gheppio, il barbagianni, la civetta e l’assiolo.

Nella zona umida di Sant’Egidio nidifica il cannareccione, l’usignolo di fiume e la gallinella d’acqua. In primavera si possono osservare aironi cenerini, falchi di palude e qualche esemplare di cicogna bianca.

Fra i mammferi si segnalano la volpe, la faina, il riccio, la donnola, il tasso, la lepre e la puzzola.

Ben rappresentati anche anfibi e rettili: sono presenti varie specie di rane, tritoni e rospi mentre tra i rettili numerosi esemplari di biscie, il cervone, il biacco e il saettone. Presenti anche le vipere.